Antiquariato

Martedì 03 Dicembre 2019


Scarica catalogo pdf
Lotto 8
Stima Min:8000
Lotto 23
Stima Min:800
Lotto 42
Stima Min:600
Lotto 43
Stima Min:10000
Lotto 53
Stima Min:2000
Lotto 68
Stima Min:700
Lotto 71
Stima Min:8000
Lotto 73
Stima Min:20000
Lotto 75
Stima Min:15000
Lotto 80
Stima Min:1000
Lotto 85
Stima Min:8000
Lotto 87
Stima Min:300
Lotto 94
Stima Min:100
Lotto 96
Stima Min:4000
Lotto 100
Stima Min:3000
Lotto 106
Stima Min:1000
Lotto 107
Stima Min:1000
Lotto 114
Stima Min:2000
Lotto 116
Stima Min:700
Lotto 117
Stima Min:10000
Lotto 124
Stima Min:20000
Lotto 131
Stima Min:1000
Lotto 141
Stima Min:3000
Lotto 148
Stima Min:700
Lotto 149
Stima Min:8000
Lotto 150
Stima Min:10000
Lotto 151
Stima Min:50000
Lotto 154
Stima Min:12000
Lotto 171
Stima Min:5000
cm. 145x120
La data e il luogo di nascita del pittore olandese si ricavano da una sua dichiarazione negli atti del matrimonio, avvenuto ad Amsterdam nel 1633.
E' del tutto probabile che il pittore si sia recato in Italia intorno ai diciotto anni, come era consuetudine per gli artisti nordici, che dopo un primo apprendistato in patria, si recavano nella Penisola, per lo più a Roma, per completare la propria formazione giovandosi della diretta conoscenza dell'arte e della cultura italiana. Il suo arrivo a Roma intorno al 1618 è inoltre probabile poichè in un'expertise di un quadro di Paul Bril che il pittore firmò nel 1653 dichiara di essere vissuto con il Bril sette anni a Roma considerando che il Bril morì a Roma nel 1626, la data di arrivo del 1618 diviene del tutto verosimile.
La sua arte, vicina a quella del Polemburg tanto da essere spesso con questi confuso, reca la traccia delle sue principali fonti di ispirazione.
In contatto con il Polemburg, e come si è visto con Paul bril, il suo soggiorno italiano gli garantì ulteriori stimolanti incontri.
Se dal Bril, grande maestro e iniziatore della pittura di paesaggio, si distacca per un naturale scarto generazionale che fa dei suoi paesaggi testimonianze pittoriche di una stagione più moderna-già sensibile cioè nei confronti del paesaggio "classico" inaugurato proprio a Roma dal francese Claude Lorrain-dal Polemburg si differenzia per una minore minutezza esecutiva e maggiore sensibilità pittorica, nonchè per la caraterizzazione delle figure che derivano più direttamente da quelle di Filippo Napoletano. A questo artista, così come al tedesco Goffredo Waals, si accosta sensibilmente anche per la particolare trattazione della luce. La sensibilità tonale che caratterizza le opere del Breembergh verso la maturità è il tratto caratterizzante anche questa nostra piacevole composizione, nella quale le figure, se pure presenti, hanno scarso rilievo. Il paesaggio in sè-gli alberi, l'acqua che conduce lo sguardo verso un lontano orizzonte, l'ampia porzione di cielo, una rovina ricca di elementi fantastici-è il vero protagonista della scena, nonchè scenario di un'azione drammatica condotta non dall'uomo ma dalla luce, naturale e al contempo fantastica.
I tratti stilistici dell'opera e i confronti con dipinti certi o già attribuiti all'artista, suggeriscono di riferirgli anche questa tela.
La presenza della rovina a destra, ma perlopiù lo spirito che anima questa composizione, suggeriscono di datarlo agli inizi degli anni'30. Al suo periodo italiano, quindi prima del rientro in patria, intorno al 1633, si può datare il dipinto poichè in esso manca il ruolo della figura umana che sarà più presente nelle opere tarde....
Anna Orlando, Giugno 1999" >
Lotto 172
Stima Min:7500
Lotto 173
Stima Min:500
Genoese Painters. Cambiaso to Magnasco, catalogo della mostra a cura di R. e B. Suida Manning, New York 1964, cat. 39
G.V. Castelnovi, La prima metà del Seicento, in La pittura a Genova e in Liguria, II, Genova 1971, p. 120 (ed. 1987, p. 96 e fig. 92)
F. R. Pesenti, La pittura in Liguria. Artisti del primo Seicento, Genova 1986, p. 312
Baroque III 1620-1700, catalogo della mostra, Matthiesen Gallery, London 1986, pp. 64-65
A. Acordon in Genova nell'Età Barocca, 1992, cat. 66, pp. 160-161
M. Newcome in Kunst in der Republick Genua, Frankfurt 1992, pp. 100-101, cat. 36, tav. 35
M. Romanengo in La terra dei Carlone. Arte barocca tra Genova e l'Oltregiogo, catalogo della mostra di Parodi Ligure (AL), Genova 2019, p. 92.

Noto fin dalla fine del Settecento, quando si trovava presso il Duca di Norfolk ed era ritenuto opera del Guercino " come tale riprodotto nella serie di mezzetinte di Robert Dunkarton nel 1782 dedicata alla collezione ", il dipinto gode di una indubbia fortuna presso la critica moderna, che lo presenta come uno dei massimi raggiungimenti dell'arte di Giovanni Andrea De Ferrari.
La Collezione del Duca di Norfolk era conservata nella Norfolk House di St. James's Square a Londra, la dimora dei primi duchi della gerarchia inglese che poi venne completamente rinnovata tra il 1748 e il 1756.
Maurizio Romanengo (2019) propone di riconoscere il dipinto come quello indicato con questo soggetto, ma anonimo in un precedente inventario inglese: quello del 1655 della Collezione di Thomas Howard, duca d'Arundel, pubblicato da M.F. Havery nel 1921 (The Life, Correspondence & Collection of Thomas Howard, Earl of Arubndel, Cambridge 1921, n. 760, p. 500).
Nella Norkolk House la tela di Giuseppe rifiuta i doni dei fratelli era conservata insieme a un Abramo e i tre Angeli, sempre del De Ferrari ma questa volta con attribuzione a Murillo, passato poi al Museo di Saint Louis nel Missouri (Acordon 1992). Vi erano poi sei tele più grandi tele di Giovanni Battista Carlone con le Storie di Giuseppe, come attesta il catalogo dell'asta londinese di Christie's del febbraio 1938, allora anch'esse attribuite a Guercino come l'opera qui presentata. La serie del Carlone era composta di sei grandi tele: due oggi disperse, due a Greenville negli Stati Uniti (cfr. oltre), due in Collezione Zerbone (figg. 1 e 2). Thomas Harris, mercante d'arte e agente del M16 inglese, acquistò le due tele del Carlone che nel 1952 giunsero alla Bob Jones University e il presente dipinto, che nel 1957 riapparve sul mercato antiquario (cfr. voce "provenienza" diversa la notizia dell'acquisto da parte di Fenouil in Newcome 1992).

A riconoscere per primo la mano del maestro genovese questo monumentale Giuseppe rifiuta i doni dei fratelli, dove il De Ferrari dà prova delle sue capacità compositive e di grande colorista, è stato Hermann Voss, che lo vide quando si trovava nella collezione di Thomas Harris, come attesta una comunicazio" >
Lotto 185
Stima Min:120000
Lotto 199
Stima Min:10000
Lotto 220
Stima Min:10000
Lotto 230
Stima Min:5000
Lotto 232
Stima Min:5000
Lotto 233
Stima Min:5000
Lotto 242
Stima Min:150000
Lotto 253
Stima Min:1000
Lotto 256
Stima Min:200
Lotto 261
Stima Min:0
Lotto 264
Stima Min:1800
Lotto 291
Stima Min:100
Lotto 292
Stima Min:400
Lotto 328
Stima Min:250
Lotto 329
Stima Min:100
Lotto 339
Stima Min:800
Lotto 345
Stima Min:500
Lotto 349
Stima Min:100
Lotto 350
Stima Min:500
Lotto 354
Stima Min:500
Lotto 366
Stima Min:150
Lotto 368
Stima Min:250
Lotto 382
Stima Min:400
Lotto 383
Stima Min:1500
Lotto 390
Stima Min:300
Lotto 395
Stima Min:150
Lotto 402
Stima Min:3000
Lotto 408
Stima Min:500
Lotto 409
Stima Min:400
Lotto 429
Stima Min:400
Lotto 431
Stima Min:400
Lotto 433
Stima Min:2000
Lotto 435
Stima Min:150
Lotto 453
Stima Min:50
Lotto 457
Stima Min:200
Lotto 462
Stima Min:1000
Lotto 471
Stima Min:3000
Lotto 480
Stima Min:3000
Lotto 484
Stima Min:2000
Lotto 492
Stima Min:250
Lotto 493
Stima Min:200
Lotto 501
Stima Min:0
Lotto 504
Stima Min:1000
Lotto 507
Stima Min:600
Lotto 520
Stima Min:150
Lotto 531
Stima Min:100
Lotto 540
Stima Min:100
Lotto 544
Stima Min:300
Lotto 552
Stima Min:150
Lotto 585
Stima Min:800
Lotto 586
Stima Min:500
Lotto 606
Stima Min:1200
Lotto 612
Stima Min:350
Lotto 614
Stima Min:100
Lotto 622
Stima Min:0
Lotto 628
Stima Min:600
Lotto 642
Stima Min:300
Lotto 643
Stima Min:300
Lotto 691
Stima Min:250
Lotto 702
Stima Min:800
Lotto 706
Stima Min:200
Lotto 713
Stima Min:100
Lotto 717
Stima Min:400
Lotto 722
Stima Min:300
Lotto 723
Stima Min:100
Lotto 743
Stima Min:200
Lotto 744
Stima Min:250
Lotto 748
Stima Min:100
Lotto 759
Stima Min:100
Lotto 760
Stima Min:300
Lotto 770
Stima Min:1000
Lotto 785
Stima Min:200
Lotto 787
Stima Min:2200
Lotto 789
Stima Min:500
Lotto 793
Stima Min:300
Lotto 795
Stima Min:700
Lotto 802
Stima Min:400
Lotto 803
Stima Min:800
Lotto 817
Stima Min:500
Lotto 823
Stima Min:300
Lotto 824
Stima Min:1000
Lotto 825
Stima Min:450
Lotto 833
Stima Min:400
Lotto 838
Stima Min:150
Lotto 845
Stima Min:500
Lotto 847
Stima Min:1500
Lotto 852
Stima Min:500
Lotto 857
Stima Min:200


 

Connect with Us